w w w . a n d r e a v a l e n t e . i t
racconto ai piccoli il mondo dei grandi, ai grandi il mondo dei piccoli
COSI EXTRA, COSI TERRESTRE a cosa servono le missioni spaziali
con umberto guidoni
editoriale scienza | 128 pagine | euro 12,90
prima edizione marzo 2013
isbn 9788873076292
per ragazzi
di 9/12 anni


altri libri
pubblicati con
editoriale scienza
come faccio a sapere se ho le scarpe spaziali? e se l’acqua che bevo viene da marte? e chi mi dice che la mia giacca a vento non sia una astrogiacca? e perché gli astronauti hanno un sorriso così? e ancora, quanta benzina ci vorrà per andare su marte? e perché le astronavi vanno a motore spento e le automobili no?
a queste e altre domande, molto spaziali, ma altrettanto terrestri, rispondono un astronauta, che le cose le sa, e uno scrittore, che le cose le racconta. tutto, sotto l’occhio attento dell’agenzia spaziale europea, che le cose le organizza. e chissà quante cose avrai già, senza saperlo, che vengono da lassù?!

<< JULES VERNE SAPEVA GIA' TUTTO
nel lontano 1865, il romanziere francese jules verne se ne uscì con la fantasiosa novella scritta in arzigogolato corsivo in cui tre uomini, i signori barbicane, ardan e nicholl, partirono per un viaggio che prese le mosse da un paese lontano: la florida. perché mai verne scelse proprio la florida e non l’oltrepò pavese, non si sa, perché allora gli stati uniti erano la periferia del mondo, non certo il centro come accade oggi. il centro del mondo, centocinquanta anni fa, era invece l’europa e la florida era un luogo esotico e lontano e forse proprio per questo fu scelta. di sicuro era più facile da pronunciare rispetto a massachussetts.
i tre uomini salirono a bordo di un aggeggio metallico a forma di enorme supposta, che lui chiamò proiettile ma, a guardare le illustrazioni dell’epoca, proprio di una supposta si trattava. tanto grande era la supposta, che gli uomini potevano comodamente entrarci, al contrario delle supposte moderne, che sono loro a entrare dentro gli uomini... >>
 
"...vogliamo sapere qual è la cosa più terrestre e quella più spaziale che vi sia mai capitata... umberto: camminare è la cosa più terrestre che facciamo, senza neanche pensarci. la più spaziale è far eun giro del mondo pedalando: sullo shuttle ci si tiene in forma con una cyclette e, mentre ci si allena, la navetta compie un'intera ormita intorno alla terra. andrea: la cosa più spaziale per me è stata osservare la superficie lunare con un grosso telescopio. la cosa più terrestre è la pizza margherita: gli extraterrestri non sanno cosa si perdono!" alessandra orcese su topolino n°3007
© andrea valente